Vai al contenuto

Torna la neve nelle zone del terremoto

I bollettini di vigilanza meteorologica lo avevano annunciato. La neve è arrivata a imbiancare l'alto Reatino e, in particolare, le zone colpite dal sisma del 24 agosto 2016. Dalla scorsa notte intense nevicate hanno coperto i villaggi di Sae allestiti nei comuni di Amatrice e Accumoli e nelle loro frazioni per ospitare gli sfollati del sisma. Imbiancate anche le principali arterie che collegano l'area del cratere con il capoluogo, le Marche e l'Abruzzo. Ad Amatrice e Accumoli sono caduti circa 10 centimetri di neve, ma poche le segnalazioni di disagi e limitate solo alla viabilità e alla presenza di neve e ghiaccio lungo le strade. Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, in mattinata sulla sua pagina Facebook, aveva lamentato che i suoi operai si erano rifiutati di rimuovere la neve nei villaggi Sae, protesta poi rientrata. "Non avrei mai voluto scrivere queste cose, mai", ha scritto nel post il primo cittadino di Amatrice, poi aggiungendo: "pensavo che il Terremoto avesse insegnato a tutti noi che la solidarietà e la fratellanza sarebbero diventate il nostro pane quotidiano ed invece scopro che alcuni nostri operai si sono rifiutati stamane di intervenire con le miniturbine (donate dagli italiani) per pulire le aree Sae". Secondo quanto ha scritto Pirozzi mancava "l'ordine di servizio del caposettore", questa la motivazione ufficiale. "Come se alleviare le difficoltà dei propri concittadini - ha concluso nel post - non sia obbligo di qualsiasi dipendente pubblico". Varie criticità sono state segnalate nel corso della notte dai villaggi che ospitano le Soluzioni abitative di emergenza, come infiltrazioni di acqua all'interno di un solo alloggio, caldaie in blocco e tubature ghiacciate, come era avvenuto nei giorni scorsi. Problemi che il sindaco di Amatrice è tornato a segnalare alla Regione Lazio. "Auspico - ha poi ribadito Pirozzi in una nota - che oggi o al massimo entro sabato la Regione Lazio si coordini con la Protezione Civile, ricompaia e venga a fare le verifiche sulle casette Sae e si occupi accanto a me dei cittadini. Tanto più che il governo avrebbe deciso in futuro di passare la responsabilità delle casette ai Comuni, come sempre scaricando sugli amministratori locali e sui cittadini i problemi che non vogliono gestire. Ma prima di darceli - ha concluso il sindaco di Amatrice - almeno chiedo che si facciano le opportune e puntuali verifiche delle condizioni in cui sono le casette". Per quanto riguarda la viabilità, in mattinata Astral Infomobilità ha segnalato criticità a causa della neve lungo la Picente, tra l'innesto con la Salaria per Ascoli Piceno e Amatrice, e a Campocatino e Campotosto ai confini con l'Abruzzo. Nella notte, nelle stesse zone, è tornato anche il terremoto con oltre 10 scosse registrate dall'INGV dalla mezzanotte in poi, tra cui una di magnitudo 2.7 con epicentro a 9 km da Amatrice e due di magnitudo 2.6 a 7 km da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno).

di Fabrizio Colarieti per Ansa [link originale]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *